Il Corso di perfezionamento biennale in Scuola Post Mediale, affronta il tema del digitale e la sua presenza nella nostra vita nonché la trasformazione che ha apportato nell’agire quotidiano e, di conseguenza, nei processi di conoscenza e di concettualizzazione, in particolare, mediante un percorso ricorsivo tra tecnologie ed azione che evidenziano trasformazioni e dinamiche ancora non completate e perciò richiedenti

una rivisitazione continua. Già negli anni Novanta, la tecnologia digitale, con l’espansione del World Wide Web e la comparsa di media sociali e negli anni Duemila, dei dispositivi mobili, è stata catalizzatrice di cambiamenti sociali. La scuola, in tale situazione, ha dovuto fare grandi sforzi per adattarsi. Il modello Blended, il computer e le nuove tecnologie, ormai, molto diffusi, divengono strumenti di recupero di materiali didattici e di sostegno all’interazione tra docente e studente e gli studenti stessi, così da ricreare un’interdipendenza sincrona ed un’interazione faccia-a-faccia. Pertanto, tale percorso formativo mira a rivedere i succitati elementi non solo nell’ottica del loro essere meri strumenti ma bensì oggetti culturali ed addirittura, risorse, in grado di abilitare nuove produzioni culturali ed una nuova cittadinanza, digitale appunto, che passi, in primis, dalla capacità di appropriarsi dei media digitali, e dall’attivazione di competenze transmediali, crossmediali e digitali anche note come digital storytelling. Inoltre, viene definita l’Alfabetizzazione Transmediale, precisando come essa prenda le mosse da una diversa lettura della realtà mediatica, la quale non debba escludere i postulati dell’alfabetizzazione ai media, ma che anzi li ampli ed integri con altre domande di ricerca e proposte di intervento. Essa, in buona sostanza, si focalizza su quanto i giovani facciano con i media, essendo dei prosumer ovvero produttori e consumatori insieme, in grado di generare e condividere contenuti di diversi tipi e livelli di complessità. Essendo, inoltre, l’unione tra

insegnamento-apprendimento online e offline possibile in modalità e quantità differenti, il Blended Learning dovrà adattarsi ad ambienti specifici e progettati su misura, ove venga privilegiata la relazione educativa virtuale, in cui ricreare le condizioni naturali dello scambio vis a vis affinché si possa realizzare quell’empatia necessaria in ogni rapporto, umano ancor prima che scolastico, di insegnamento/ apprendimento, da parte del docente verso l’alunno.

Perché conseguirlo con Aristotele?

Conseguire il corso di perfezionamento con ARISTOTELE FORMAZIONE permanente, consente ad ogni studente di verificare, accompagnato e sostenuto da formatori specializzati, se il corso scelto è incline alle attitudini pratiche e lavorative del richiedente. Un tutor personalizzato orienterà le scelte dello studente per conseguire il titolo nel minor tempo possibile rispondendo ai singoli bisogni economici.

Obiettivi del corso:

Il Corso biennale di perfezionamento è rivolto a tutti coloro i quali siano interessati a ormarsi ed aggiornarsi in merito alla nuova scuola digitale ed in particolare al Blended Learning o apprendimento misto che si contraddistingue per il fatto che combini classroom e l’online education ed ai fenomeni in esso intervenienti. Sappiamo, infatti, come negli ultimi anni, lo sviluppo rapido della tecnologia abbia portato alla diffusione della formazione online e delle pratiche eLearning in diverse parti del mondo. Inoltre, l’apprendimento misto si contraddistingue per un discostamento dalla formazione tradizionale, ovvero l’utilizzo della tecnologia per arricchire l’esperienza formativa e l’ampliamento della conoscenza circa materie come la comunicazione digitale. Pertanto, le finalità di questo percorso formativo, sono rendere edotto colui che ne fruirà, del nuovo modo di fare didattica così come emerso, i suoi strumenti ma anche della relazione educativa tra alunno e docente, quale fattore rilevante dell’apprendimento con particolare attenzione agli aspetti legati allo sviluppo psicologico del bambino all’interno dei saperi e pedagogico e della prassi didattica, insieme alla creatività che diviene una finalità importante all’interno di quest’ultima. Inoltre, un’altra finalità, non meno importante, è rappresentata dalla trasmissione delle competenze transmediali e crossmediali, nonché la stimolazione della creatività ovvero il pensiero creativo del docente, spesso, sottoposto al possibile rischio, derivante dalla facilità d’uso dei formati preimpostati dal web, di riproporre, per imitazione, una possibile standardizzazione dei formati ed una omologazione delle scelte espressive. Il docente sarà, invero in grado di essere generativo nel web ovvero di uscire dallo script, rifiutare l’omologazione del format e proporre nuove forme di presentazione dei contenuti che in una sola parola possiamo definire “nuovo storytelling” ovvero attenzione ai linguaggi e alle implicazioni della produzione di contenuti.

A chi è rivolto:

Possono iscriversi i cittadini italiani e stranieri che siano in possesso di uno dei seguenti titoli:

– Diploma di laurea quadriennale (vecchio ordinamento); Diploma di laurea triennale e/o laurea specialistica /magistrale secondo il DM 509/99 e successivo;

– Diploma delle Accademie delle Belle Arti, dei Conservatori e dell’ISEF;

– Titoli equipollenti ai precedenti conseguiti all’estero, preventivamente riconosciuto dalle autorità accademiche;

– Sono, inoltre, ammessi coloro in possesso di un Diploma di Scuola secondaria superiore o titolo di studio di pari grado conseguito all’estero e riconosciuto idoneo dal Consiglio del Corso.

Programma:

Il Corso di perfezionamento in Scuola Post Mediale si articola in 8 percorsi disciplinari, suddivisi per due anni,  fruibili on line, per un impiego complessivo di n. 120 crediti formativi universitari (CFU) e per un ammontare di 3000 ore totali. Tutta la didattica sarà fruibile su piattaforma telematica accessibile 24h.

Lista di perfezionamenti

ECP05 – METODOLOGIA CODING E PENSIERO COMPUTAZIONALE (Riedizione)

ECP06 – LO SPORT COME METODOLOGIE PER L’INTEGRAZIONE E PER IL BENESSERE SOCIALE (Riedizione)

ECP07 – LA DIDATTICA, LA FUNZIONE DEL DOCENTE E L’INCLUSIONE SCOLASTICADEGLI ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) (Riedizione)

ECP08 – IL METODO MONTESSORI, AGAZZI E PIZZIGONI: MODELLI DI DIDATTICA DIFFERENZIATA A CONFRONTO (Riedizione)

ECP09 – SCUOLA 4.0: PERCORSI INTERATTIVI PER L’EDUCAZIONE DIGITALE E PER L’APPRENDIMENTO STEM (Riedizione)

ECP17 – I MODELLI ESPERIENZIALI – IL DOCENTE TECNICO PRATICO E LA SUA IMPORTANZA NELLO SVILUPPO DELLE PROFESSIONALITA’ DEL DOMANI

ECP18 – LA FIGURA DELL’EDUCATORE MUSICALE COME NUOVO MODELLO DI DOCENTE INCLUSIVO

ECP19 – LA GESTIONE DEL CASO PUBBLICO, GLI ASPETTI CARDINE DEL FUNZIONARIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

ECP21 – LA DIMENSIONE SOCIALE DELL’APPRENDIMENTO: CONTENT AND LANGUAGE INTEGRATED LEARNING (CLIL)

ECP22 – LA GESTIONE CONDIVISA DELLA DIVERSABILITÀ: IL RUOLO DEL SOSTEGNO NEL PRIMO CICLO

ECP23 – LA DIDATTICA DELLE EMOZIONI: INTELLIGENZA EMOTIVA E PROMOZIONE DEL BENESSERE IN CLASSE (prima edizione)

ECP24 – IL TEACHER TRAINING NEL PROCESSO EDUCATIVO E TERAPEUTICO DELL’ALUNNO CON ADHD (prima edizione)

ECP25 – L’ANIMATORE SOCIALE (PRIMA EDIZIONE)

ECP26 – DSA E BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI: IL TERRITORIO E IL RAPPORTO SCUOLA-FAMIGLIA (prima edizione)

Contattaci Per Informazioni