Il Master in Gestione e Coordinamento delle Strutture Sanitarie si rivolge in modo specifico a tutti quei professionisti che svolgano il proprio lavoro nell’ ambito sanitario, sociosanitario, sociale, e socio-assistenziale, in particolare a coloro, i quali, in possesso di lauree di primo livello, occupino o ambiscano a ruoli dirigenziali e di coordinamento dei servizi sanitari e sociosanitari territoriali (RSA, Centri Diurni, Comunità e Centri Semi-Residenziali e Residenziali, Centri di riabilitazione, Hospice, RSA, Terzo settore) e delle strutture amministrative e di governance del sistema sociale e socio-assistenza dei Servizi sociali territoriali dei Comuni e della Regione. Tale Master è pensato quale strumento atto a fornire competenze distintive e soprattutto adeguate ai nuovi contesti dell’innovazione socio-sanitaria che siano esse, dunque di tipo organizzativo, gestionale ed economico. Scopo precipuo è infatti, in primis, quello di promuovere un approccio interdisciplinare e schemi analitici condivisi tra soggetti di differente formazione e ruolo (integrazione tra l’ambito prettamente sanitario con quello socio- sanitario e sociale) passando anche, brevemente, in rassegna, la componente della digitalizzazione, la quale ha coinvolto anche la sanità, ammodernando gli obsoleti modelli organizzativi che ha indotto ricadute strumentali nella Clinical practice degli operatori sanitari, nonché, la introduzione e diffusione dei PDTA (Percorsi diagnostico terapeutici e assistenziali) e PIC (Percorsi integrati di cura). Questi ultimi rappresentano, all’interno dell’attuale sistema sanitario, sicuramente più complesso ed articolato, una vera e propria novità che rientra in quella logica dei “processi” che privilegia l’efficacia e l’efficienza del sistema globale.

Perché conseguirlo con Aristotele?

Conseguire il corso di perfezionamento con ARISTOTELE FORMAZIONE permanente, consente ad ogni studente di verificare, accompagnato e sostenuto da formatori specializzati, se il corso scelto è incline alle attitudini pratiche e lavorative del richiedente. Un tutor personalizzato orienterà le scelte dello studente per conseguire il titolo nel minor tempo possibile rispondendo ai singoli bisogni economici.

Obiettivi del corso:

Oggi, stiamo assistendo ad una serie di cambiamenti che riguardano anche lo stato di salute della popolazione. Essi sono dovuti prevalentemente all’incremento delle patologie croniche ed evolutive ed ai mutamenti strutturali del quadro demografico. Tale circostanza di fatto mette in evidenza l’esigenza di definire nuovi percorsi terapeutici ed assistenziali che abbiano come precipua caratteristica l’approccio multidisciplinare e multi-professionale, che funga da substrato per l’attuazione di una integrazione delle prestazioni sanitarie, sociali e socio-assistenziali, a livello residenziale, territoriale e domiciliare. La continuità delle cure, in termini di efficacia, efficienza ed economicità, in tale circostanza, diviene ancora più necessaria, vista l’interconnessione tra le variabili economiche, sociali e culturali e la dimensione sanitaria e socio assistenziale. Il territorio diviene dunque lo spazio sociale in cui interagiscono differenti stakeholder che sono le istituzioni pubbliche, le istituzioni private no-profit e profit, i soggetti con bisogni di vario genere, operatori e professionisti con competenze diverse, che debbano essere messi nella condizione di operare sinergicamente nella nuova geografia dei servizi territoriali, considerando le determinanti culturali, sociali ed economiche della salute. Sulla scorta di quanto detto, il Master nasce con il preciso obiettivo di fornire e, ove già presenti, incrementare, le conoscenze teoriche e le abilità pratiche necessarie a pianificare ed attuare i processi di razionalizzazione dei servizi sanitari, sociali ed assistenziali, allo scopo di implementare una reale integrazione sociosanitaria tra la medicina generale, la sanità di iniziativa, l’ospedale e la rete dell’offerta territoriale per la gestione delle cronicità, a partire dai Livelli di Assistenza Sanitaria (LEA) declinati a livello nazionale e realizzati in maniera differenziata nelle diverse realtà regionali.

Al termine del master, i partecipanti avranno:

  • Una nuova consapevolezza di tipo teorico-pratico, utile nella lettura dei cambiamenti in atto nel proprio ambiente di riferimento;
  • La capacità di utilizzare, in modo adeguato e circostanziato alla situazione, gli strumenti di gestione;
  • La capacità di individuare quelli che sono gli indicatori chiave del settore, mediante l’attivazione e della misurazione e del monitoraggio;
  • La capacità di intervenire, in modo adeguato, sull’errore in sanità;
  • La capacità di mettere insieme, in modo sinergico, sicurezza degli ambienti, sicurezza del paziente e miglioramento continuo della qualità dei servizi nelle aziende sanitarie;
  • Una conoscenza tale da permettergli un intervento continuo di progettazione, avviamento e gestione di tutti quei processi utili al miglioramento della qualità dei servizi offerti;
  • Le conoscenze dei maggiori elementi della comunicazione efficace e dell’ascolto attivo, finalizzato alla gestione delle risorse umane interne alla struttura di riferimento.

A chi è rivolto:

Possono iscriversi i cittadini italiani e stranieri che siano in possesso di uno dei seguenti titoli:

  1. Lauree triennali conseguite ai sensi del DM 270/04 (o lauree di primo ciclo eventualmente conseguite ai sensi degli ordinamenti previgenti DM 509/99 e Vecchio Ordinamento) nei seguenti ambiti disciplinari/classi di laurea: L/SNT1 – Professioni Sanitarie Infermieristiche e Professione Sanitaria Ostetrica; L/SNT2 – Professioni Sanitarie della Riabilitazione; L/SNT3 – Professioni Sanitarie Tecniche; L/SNT4 – Professioni Sanitarie della Prevenzione o Diploma di Laurea, Diploma Universitario o titolo professionale conseguito in base alla precedente normativa (L. 1/2002) per le professioni sanitarie (titolo equiparato al diploma di laurea triennale) delle classi sopra indicate unitamente al possesso di un diploma della scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale;
  2. Lauree triennali conseguite all’estero negli ambiti disciplinari su indicati e ritenute valide ai fini dell’ammissione al Master; L’art. 142 del T.U. 1592/33 vieta la contemporanea iscrizione a più corsi di studio universitari; pertanto non è possibile iscriversi contemporaneamente a più Master Universitari (anche di altre Università) o ad una Scuola di Specializzazione, Dottorato di ricerca, Corso di Laurea o Laurea Specialistica;

Programma:

Il Master di I livello in Gestione e Coordinamento delle Strutture Sanitarie è strutturato in 8 insegnamenti per l’ammontare di 1750 ore totali e 70 crediti formativi.

Contattaci Per Informazioni