La scuola rappresenta, nel sistema italiano, un servizio fondamentale di istruzione e formazione, pertanto, la sua gestione, in termini di azioni, pianificazione, amministrazione e sviluppo, deve necessariamente avvenire in un’ottica di efficienza e di efficacia. Ma il XXI secolo, rappresenta il secolo della complessità sociale, una complessità dovuta, in primis, alle tecnologie digitali, le quali necessitano di specifiche abilità, che, ad oggi curricoli e didattica non posseggono. Basti pensare alle competenze per vivere e lavorare, le quali hanno subito un profondo cambiamento, di certo, non corrisposto dall’impianto didattico che, quindi necessariamente, deve esser sottoposto ad un processo di ripensamento, essendo la tendenza della scuola a concentrarsi e soffermarsi, spesso, sulla cultura dei contenuti che trascura, talvolta, aspetti più trasversali e abilità oggi indispensabili. In merito alla pianificazione e sviluppo delle competenze trasversali da parte dell’insegnante, esse possono essere racchiuse nella capacità di usare conoscenze scientifiche e modelli per interpretare un fenomeno; alfabetizzazione tecnologica e competenze digitali; la cultura sociale e civica; il pensiero critico ovvero il saper analizzare e valutare situazioni in modo da impiegare informazioni e idee per formulare risposte e soluzioni; la creatività, il saper impiegare modalità innovative per rispondere a domande, riformulare problemi ed esprimere significati; la comunicazione, ovvero saper ascoltare, comprendere e contestualizzare le informazioni; la collaborazione e il saper lavorare in gruppo. Possiamo quindi concludere, affermando che il Master, ivi proposto, partendo da questo riferimento concettuale e normativo, si offra come strumento di apprendimento da parte dell’insegnante delle competenze trasversali o competenze- chiave di cittadinanza e life/soft skills per l’orientamento, di modo che egli divenga edotto circa quella modalità didattica che, attraverso l’esperienza pratica, sia di supporto, nelle scuole superiori, agli studenti a consolidare ma anche ampliare il proprio bagaglio di conoscenze e competenze, a testare sul campo le proprie attitudini, a raggiungere una maggiore consapevolezza sulle scelte inerenti il proprio sviluppo personale e professionale. Il percorso suddetto presenta le principali Life Skills sia da un punto di vista teorico che metodologico, ovvero, prospetta procedure e strumenti per riconoscere, valorizzare e documentare le competenze trasversali così che il docente sia poi anche in grado di contestualizzarle e nei singoli ambiti disciplinari e nei progetti interdisciplinari.

Perché conseguirlo con Aristotele?

Conseguire il Master con ARISTOTELE FORMAZIONE permanente, offre assistenza con tutor formati che seguono gli interessati dal momento dell’iscrizione fino al conseguimento del titolo. Il tutor personalizzato, poi, orienterà le scelte dello studente in tutto il percorso formativo al fine di conseguire il titolo nel minor tempo possibile rispondendo ai singoli bisogni economici. Aristotele, inoltre, consente ad ogni studente, di verificare, sempre accompagnati e sostenuti dai formatori, se il corso scelto è incline alle attitudini pratiche e lavorative del richiedente.

Obiettivi del corso:

Il Master in “COMPETENZE TRASVERSALI E STRATEGIE DIDATTICHE IN CLASSE”, in primis, si pone come finalità, ampliare o portare, laddove assenti, nei corsisti che lo fruiranno, consapevolezza e conoscenza sui temi e le dinamiche dell’apprendimento cooperativo, in particolare volto al miglioramento delle competenze sociali e relazionali negli alunni. Pertanto, tale percorso si orienta sulla conoscenza ed identificazione delle life skills e sulle loro strategie di promozione mediante attività mirate quali la cooperazione in classe favorita da atteggiamenti propositivi e dall’ autoefficacia negli alunni nonché il miglioramento delle relazioni alunno-alunno. In generale, possiamo affermare come molta attenzione venga rivolta dunque alla dimensione psicologica, e, in particolare, al complesso ed articolato ambito dell’intelligenza emotiva e la relazione intercorrente tra abilità razionali-cognitive ed emotive.

Di seguito, si indicano le finalità che il master si pone in merito alle acquisizioni da parte dei docenti:

  • conoscere le Life Skills, ovvero competenze per la vita, con sé stessi e con gli altri;
  • acquisire consapevolezza degli strumenti pratici di base che, applicati, in classe, promuovano l’apprendimento e il rafforzamento delle life skills;
  • implementare e stimolare un modello relazionale che sia finalizzato ad un contesto d’apprendimento più cooperativo e diretto all’acquisizione di competenze sociali da parte degli alunni per una cittadinanza davvero attiva e positiva;
  • promuovere auto-efficacia e collaborazione tra pari;
  • indirizzare lo studente verso un percorso di auto consapevolezza e responsabilizzazione come suggerito anche dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità così da prevenire atteggiamenti antisociali.

Mentre, le finalità del master, in merito agli studenti, sono così riassumibili:

  • progettare/progettarsi, prendere decisioni, operare in autonomia e con responsabilità;
  • comprendere, valutare e saper integrare le informazioni in modo critico;
  • problem solving;
  • interagire con le altre persone in modo costruttivo;
  • comunicare in modo efficace.

A chi è rivolto:

Possono iscriversi al Master i cittadini italiani e stranieri che siano in possesso di diploma di laurea o analogo titolo accademico conseguito all’estero, preventivamente riconosciuto dalle autorità accademiche.

Programma:

Il Master in Strategie Didattiche e Competenze Trasversali di I livello è strutturato in 4 insegnamenti per l’ammontare di 1500 ore totali e 60 crediti formativi.

Contattaci Per Informazioni