Lo psicologo di base, specializzato in cure primarie, lavora in sinergia con il medico di base, il più delle volte, nel suo Ambulatorio, da dove collabora anche con i servizi territoriali. A livello normativo, è il Ddl, in particolare, all’articolo 3, a disporre la composizione del servizio di cure primarie, che prevederebbe così psicologi dirigenti dipendenti, psicologi con rapporto convenzionale afferenti alla specialistica ambulatoriale e psicologi con contratto di assunzione dovuta ad una formazione post-lauream specifica in cure primarie, i quali dovranno, perciò, avere un training ampio ed una buona capacità di inquadrare con precisione i propri compiti. Ma proprio in merito al ruolo ed ai compiti di questa figura, ed in particolare, alla sua formazione, poco ancora si conosce, a livello legislativo, soprattutto in Italia, tanto che il primo passo da compiersi dovrebbe essere proprio la sua definizione, il suo ambito di applicazione e l’incarico svolto. Il Master, ivi proposto, si pone come percorso formativo per la formazione di psicologi che siano esperti nelle suddette cure primarie in ambio infantile, adolescenziale ed adulto, dal momento che essi saranno a stretto contatto con medici e pediatri che, a seguito di idonei accertamenti diagnostici e clinici, non potendo addurre il quadro clinico a patologie organiche ma ad esempio a somatizzazioni di ansia o stati depressivi, gli invieranno pazienti o in modo congiunto con lui, gli presteranno trattamento. Essendo, inoltre, l’esperto a disposizione dei cittadini negli ambulatori medici, egli dovrà promuovere il benessere psicologico, mediante percorsi di aiuto che siano integrati tra se ed il medico di base, a cui aggiungere, necessariamente una più ampia conoscenza della sua figura specialistica e la creazione di una rete di interventi tra i vari professionisti della salute, l’identificazione precoce di situazioni di disagio psicologico, spesso correlate a problemi di salute fisica, l’offerta di uno spazio dove esprimere difficoltà emotive e preoccupazioni legate alla salute agli stessi pazienti.

Perché conseguirlo con Aristotele?

Conseguire il Master con ARISTOTELE FORMAZIONE permanente, offre assistenza con tutor formati che seguono gli interessati dal momento dell’iscrizione fino al conseguimento del titolo. Il tutor personalizzato, poi, orienterà le scelte dello studente in tutto il percorso formativo al fine di conseguire il titolo nel minor tempo possibile rispondendo ai singoli bisogni economici. Aristotele, inoltre, consente ad ogni studente, di verificare, sempre accompagnati e sostenuti dai formatori, se il corso scelto è incline alle attitudini pratiche e lavorative del richiedente.

Obiettivi del corso:

Il Master lo “Psicologo di Base” è rivolto a tutti i professionisti della psicologia che vogliano acquisire conoscenze nell’ambito delle cure primarie. Sappiamo come da tempo il concetto di salute segua il modello biopsicosociale definito dal World Health Organization, nel 1947, secondo cui la malattia dell’individuo è il risultato di più fattori, che interagendo, influenzino, sostengano e mantengano la malattia, incidendo sulle condizioni oggettive e soggettive di benessere. Trattandosi di elementi non solo ascrivibili a problemi e disfunzioni fisiche, ma anche componenti mentali e quindi psicologiche ed intellettive, nonchè sociali ovvero le condizioni di vita, lavoro, familiari etc., ne deriva che gli psicologi delle cure primarie dovranno essere formati su nozioni di salute e malattia, sia a livello biologico/fisico, pensiamo all’anatomia umana e alla patologia, sia a livello psicologico e sia sui fattori socioculturali diversi a seconda della cultura, dell’etnia, del genere o della religione, ma debbano anche conoscere le politiche sanitarie dei sistemi organizzativi nonché la rete dei servizi presenti sul territorio per inviare il paziente al servizio o allo specialista più idonei. Pertanto, il Master, ivi proposto, si pone come percorso formativo finalizzato alla acquisizione e accrescimento nello psicologo di cure primarie, di quelle nozioni e competenze necessarie ad assolvere al ruolo professionale cui è chiamato. In primis, egli sarà formato su nozioni di fisiopatologia umana ed anatomia, sulla psicofarmacologia, sulla psicologia clinica e sociale e sull’intervento integrato di presa in carico del paziente in collaborazione con gli altri specialisti, al fine di riuscire a valutare non solo i bisogni dell’individuo, ma anche quelli della comunità in cui è inserito. Pertanto, egli, terminato il percorso di studi suddetto, avrà quelle competenze potenzialmente spendibili nel settore dell’assistenza sanitaria primaria, essendo in grado di effettuare, all’interno dei servizi di primo livello, un assessment che prenda in considerazione, con precisione, la storia di vita del paziente e le componenti sociali ed acquisisca ampie conosce delle principali patologie riscontrabili nella psicologia delle cure primarie e competenza nell’utilizzo degli strumenti diagnostici per la valutazione dello stato psicologico del paziente.

A chi è rivolto:

Possono iscriversi i cittadini italiani e stranieri che siano in possesso di uno dei seguenti titoli: laurea conseguita ai sensi del DM n. 270/2004; ii. Laurea conseguita ai sensi del DM n. 509/1999; iii. Laurea conseguita secondo gli ordinamenti previgenti; iv. Titolo rilasciato all’estero, riconosciuto idoneo dalla normativa vigente. L’art. 142 del T.U. 1592/33 vieta la contemporanea iscrizione a più corsi di studio universitari; pertanto non è possibile iscriversi contemporaneamente a più Master Universitari (anche di altre Università) o ad una Scuola di Specializzazione, Dottorato di ricerca, Corso di Laurea o Laurea Specialistica.

Programma:

Il Master di I livello è strutturato in 6 insegnamenti per l’ammontare di 1500 ore totali e 60 crediti formativi.

Contattaci Per Informazioni