Il Master in Medicina previdenziale, legale e socio-assistenziale è un percorso formativo che integra due ambiti specialistici molto differenti tra loro: la medicina legale ed il diritto. Esso ha come scopo quello di formare specialisti in Medicina Legale, ed è rivolto perciò a tutti quegli specialisti che vogliano divenire esperti nell’espletamento di incarichi nell’ambito dell’attività giudiziaria, medica e sociale. Pensiamo, nel primo caso, alla funzione ausiliare, insostituibile nell’amministrazione della Giustizia, il CTU, quanto in materia di medicina legale previdenziale, come disciplinato dall’art. 15 della Legge 24/2017 e dall’art. 62 del CDM. Mentre in merito agli altri due ambiti, quello previdenziale e quello sociale, l’esperto sarà competente in legislazione sociale, la cui finalità è la tutela del lavoratore e dei familiari. Tra essi vanno annoverati: la menomazione o la perdita della sua capacità lavorava a causa di eventi naturali o connessi al lavoro svolto, o ancora al principio della “mutualità obbligatoria”, ovvero il pagamento di un premio assicurativo obbligatorio agli Enti erogatori; o secondo la Legge 104/1992 in caso di disabilità, minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, causa di difficoltà di apprendimento, di integrazione lavorativa, determinando così un processo di svantaggio sociale o di emarginazione o ancora, secondo la Legge n.68 del 12 marzo 1999 in caso di disabilità, ovvero a qualsiasi limitazione o perdita, conseguente a menomazione, della capacità di compiere un’attività nel modo adeguato per un essere umano e quindi nella valutazione dell’invalidità civile basata sulla riduzione della capacità lavorativa, con la conseguente attribuzione di una percentuale o il riconoscimento dello stato di handicap come causa della difficoltà di inserimento sociale.

Perché conseguirlo con Aristotele?

Conseguire il Master con ARISTOTELE FORMAZIONE permanente, offre assistenza con tutor formati che seguono gli interessati dal momento dell’iscrizione fino al conseguimento del titolo. Il tutor personalizzato, poi, orienterà le scelte dello studente in tutto il percorso formativo al fine di conseguire il titolo nel minor tempo possibile rispondendo ai singoli bisogni economici. Aristotele, inoltre, consente ad ogni studente, di verificare, sempre accompagnati e sostenuti dai formatori, se il corso scelto è incline alle attitudini pratiche e lavorative del richiedente.

Obiettivi del corso:

Il Master in “Medicina previdenziale, legale e socio-assistenziale” ha come obiettivo l’alta qualificazione metodologica medico-legale in ambito previdenziale ed assicurativo. La figura esperta che intende formare sarà in grado, pertanto, di garantire prestazioni professionali di elevata qualità e affrontare fondamentali aspetti di gestione della valutazione clinico-metodologica sia della casistica incontrata in sede di prima valutazione sia quella in sede di valutazione della gestione giudiziale e stragiudiziale. L’esperto così formato, avendo acquisito elevate competenze specifiche, ed approfondito tematiche giuridiche e dottrinali, potrà esprimere, per conto di enti pubblici e privati, tali conoscenze e competenze acquisite in ambito giudiziario e assicurativo, quali: Autorità Giudiziaria, INAIL, ASP, Aziende ospedaliere, Sanità privata, compagnie di assicurazione, soggetti privati.

A chi è rivolto:

Tutti coloro che in possesso di una laurea specialistica sono ricompresi nei seguenti profili: professioni sanitarie; personale sanitario e amministrativo (ASL); avvocati, medici legali, notai, CTU, CTP; L’art. 142 del T.U. 1592/33 vieta la contemporanea iscrizione a più corsi di studio universitari; pertanto non è possibile iscriversi contemporaneamente a più Master Universitari (anche di altre Università) o ad una Scuola di Specializzazione, Dottorato di ricerca, Corso di Laurea o Laurea Specialistica.

Programma:

Il Master di I livello in Medicina Previdenziale è strutturato in 7 insegnamenti per l’ammontare di 1500 ore totali e 60 crediti formativi.

Contattaci Per Informazioni